ANTIRICICLAGGIO - Agenti Immobiliari

In merito al momento in cui scattano gli obblighi antiriciclaggio per gli agenti immobiliari poniamo attenzione ad alcune contraddizioni presenti nelle FAQ del MEF del 03/10/2017 ai quesiti n. 24-25-26 sotto riportati:

24. L’attività di intermediazione svolta dall’agente immobiliare è qualificabile come prestazione professionale? In quale momento sorge l’obbligo degli adempimenti antiriciclaggio?

Il mandato conferito all’agente immobiliare rientra a pieno titolo nel perimetro della prestazione intellettuale o commerciale resa a seguito del conferimento di un incarico. Infatti, la definizione di prestazione professionale, prevista dall’articolo 1, comma 2, lettera gg) d.lgs. 231/07, di ampia portata, si riferisce ad ogni prestazione intellettuale o commerciale resa in favore del cliente a seguito del conferimento di un incarico, della quale si presume che abbia una certa durata. Ne consegue che il momento in cui l’agente immobiliare è tenuto agli adempimenti antiriciclaggio è quello del conferimento dell’incarico.

 25. L’agente immobiliare nell’espletamento di attività differenti dall’intermediazione, quale la consulenza, è soggetto agli obblighi antiriciclaggio?

Qualora l’attività di consulenza costituisca oggetto dell’incarico conferito per l’espletamento di una prestazione professionale, secondo le definizioni di cui all’articolo 1, comma 2, lettere h) e gg), d.lgs. n. 231/07 per come novellato dal d.lgs. n. 90/2017 essa ricade nel raggio d’azione della normativa di prevenzione del riciclaggio, ai sensi dell’articolo 17, comma 1, lettera a) del medesimo decreto.

 26Per quanto concerne i contratti di locazione, qual è il valore dell’operazione da prendere come riferimento a partire dalla quale scattano gli obblighi degli adempimenti antiriciclaggio?

Il valore dell’operazione da prendere come riferimento per valutare il superamento o meno della soglia dei 15.000,00 euro, a partire dalla quale scattano gli obblighi degli adempimenti antiriciclaggio, è quello relativo al canone complessivo contrattualmente stabilito, anche tenuto conto della durata del contratto medesimo, a prescindere dalle modalità di pagamento del canone di locazione.

Ciò detto, resta salvo quanto previsto dall’articolo 17, comma 2 del decreto legislativo 21 novembre 2007, n.231 e successive modifiche.

 

Alla luce di quanto sopra che senso ha la risposta al quesito n. 26 se già al quesito n. 24 e 25 viene chiarito che gli adempimenti per gli agenti immobiliari scattano al conferimento dell’incarico? La domanda (e la risposta) avrebbero avuto senso se esistessero ancora gli obblighi di registrazione, ma alla luce delle modifiche apportate dal Dlgs. 90/2017 la risposta al quesito n. 26 sul superamento o meno della soglia dei 15.000,00 euro è ininfluente al fine degli adempimenti da porre in essere dagli agenti immobiliari che scattano, appunto, al conferimento dell’incarico da parte del locatore e del locatario.

 

Riproduzione riservata